• <i><b>Benvenuti nel mio mondo</i></b>

Ciao

E' da tanti anni che scrivo e riscrivo, cercando e ricercando, vivendo e rivivendo, sognando e risognando, destandomi e ridestandomi. Scrivo così, come aggrappato a un tronco d'albero lungo un fiume a volte impetuoso, a volte in secca, a volte quasi immobile tra verdi radure e percorsi sinuosi. Scrivo la vita vivendola e non mi fermo mai, perchè fermarsi non è solo star fermi, è smettere di sentire.

image1

Sono del Sessantuno. Sin da adolescente mi sono sentito attratto dalla poesia, dalla sua forza espressiva capace di ottenere dalla parola scritta la vocalità musicale, la visibilità colorica e la percezione emotiva. La fotografia delle mie emozioni, come la definivo allora. Dal 1991 mi sono avvicinato alla narrativa per amore delle storie, sconosciute, straordinarie, immaginarie e assieme radicate nella realtà. Romanzi fatti di persone e stati d'animo, intrecci di destini e sentimenti, mentre io che li creo, scrivendo e riscrivendo nel corso degli anni, via via scompaio per lasciare il posto solo a loro, ai miei personaggi infine vivi oltre me, nonostante me. Voci del nostro mondo senza quiete, immerse nelle sue ombre, nei suoi silenzi, nei vuoti, nelle domande che gravano come minacce. Personaggi che a modo loro diventano poeti accordandosi con i miei antichi versi, dove gli stati d'animo condizionano la percezione del reale e si trasformano in messaggio. Un messaggio fatto talvolta solo di un gesto, di uno sguardo, di un'emozione. Ma sempre messaggio per qualcuno che ascolti, voce nel silenzio, o nella solitudine, o nel tempo che scorre silente e trascina via ognuno di noi. Ognuno aggrappato al tronco suo.

Maktra

E' una strana e troppo fredda sera d'autunno, il mondo viene scosso dalla notizia di una scoperta scientifica sconvolgente: Dio non esiste. Iniziano il caos e il disordine che investono in maniera repentina il protagonista della storia. Il reale cambia drasticamente, non vi è più morale né legalità in assenza di Dio, della sua primigenia forza legislativa. Tutto è permesso.

Kimmerios

Kimmérios é una nube di antimateria, un buco nero in movimento, la fine del sistema solare. Riccardo trascorre le ultime trenta ore dell'umanitá in compagnia di due ventenni, Martina e Mattia, conosciuti in riva al mare dove si é rifugiato fuggendo dal caos totale della cittá. Riccardo s'innamora del loro amore, lui che non ha mai amato nessuno. Proprio ora che non ha piú tempo...

Primus Acto

L'amore dannato é il mantello con cui il Male scalda il gelo dell'anima. Chi ha la sventura di non sapersi sottrarre a quel calore é perduto, entra nella ragna di un destino scritto da forze maligne che lo governeranno senza tregua fino al compimento del Primus Acto, l'oscuro disegno che chiude il cerchio delle tante vite precedenti usate per spingerlo sin lí. Fino a vedere gli occhi del predatore che lo aspetta da sempre. Gli occhi di Beatrice Lunãs conficcati nelle mente di Ramon Ademar.

Romanzo italiano (free)

So che non abbiamo mai tempo, so che é pesante leggere un file di 80 pagine, so che di solito non diamo alcuna importanza a ció che troviamo free. Lo so benissimo. Ma anche chi detiene il potere lo sa, e ride. Ride dei tentativi di far passare nuove idee, di indurre la libera riflessione, di usare la Rete per creare lbertá di pensiero. Ride e se la ride. Credo perció che il primo gesto davvero rivoluzionario oggi in Italia sia dimostrare di essere ancora capaci di scegliere liberamente.